Seule Paris est digne de Rome
Seule Rome est digne de Paris

  

Era il 30 gennaio 1956 quando l’allora Sindaco Salvatore Rebecchini e il Presidente del Consiglio comunale di Parigi Jacques Féron, suggellarono il gemellaggio con il motto «Solo Parigi è degna di Roma e solo Roma è degna di Parigi».

Per l’occasione alle Terme di Diocleziano fu innalzata una colonna di epoca romana sulla quale venne fissata una nave a vele spiegate, emblema di Parigi che gli antichi romani chiamavano Lutezia Parisiorum. Una riproduzione della Statua della Lupa capitolina fu invece donata a Parigi e posta in Square Paul Painlevé.

Il giuramento di fratellanza rappresenta un patto esclusivo, l’unico gemellaggio in essere per entrambe le città. Un patto rinnovato negli anni:

  • il 1° aprile del 1994 da Jacques Chirac e Francesco Rutelli
  • il 7 dicembre 2006 da Bertrand Delanoë e Walter Veltroni
  • il 1° ottobre 2014 da Anne Hidalgo e Ignazio Marino.

Il 29 e il 30 gennaio 2016 alla Ville Lumière, alla presenza del Sindaco Anne Hidalgo l’Hotel de Ville è stata illuminata con il tricolore italiano, così come , la Tour Montparnasse e la Grand Roue di Place de la Concorde, sono stati proiettati due film di Ettore Scola e di Federico Fellini. Nella città eterna alla presenza del Commissario Straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca e di un rappresentante del Comune di Parigi, il Palazzo Senatorio in Campidoglio, Piazza del Popolo e Ponte Sant’Angelo sono stati illuminati con il tricolore francese. Al Teatro Argentina si è svolta una serata evento intitolata: “Corrado Augias racconta Roma e Parigi. Due città eterne”. I Musei Capitolini e il Museo Napoleonico sono stati aperti gratuitamente al pubblico dalle 17 alle 22.

 

 

 

Bertrand Delanoë & Walter Veltroni

ROMA-PARIGI 2006

Dopo l’elezione di Bertrand Delanoë a Parigi e di Walter Veltroni a Roma, l’intesa tra le due città si è rafforzata in particolare nel settore culturale, della conservazione e valorizzazione del patrimonio, nella lotta contro le discriminazioni.

Tra gli impegni assunti dai due primi cittadini, la collaborazione nelle istanze rappresentative delle comunità locali e nei fori internazionali, l’avvio di iniziative coordinate a livello municipale in un’ottica di maggior vicinanza ai bisogni dei cittadini, la scelta di politiche a favore di una piena accessibilità alla cultura per tutti, la messa a disposizione della propria esperienza nel settore urbanistico e nella conservazione del patrimonio a favore di altre città.

Per celebrare i 50 anni della ricorrenza, il 30 gennaio 2006, Veltroni e Delanoë si sono incontrati nell’aula del consiglio comunale dell’Hotel de Ville parigino.

L’anniversario sarà l’occasione per rafforzare lo spirito di amicizia e solidarietà tra Roma e Parigi – ha dichiarato Veltroni – La nostra collaborazione si traduce in iniziative concrete che hanno visto le nostre città cooperare in diversi settori, dall’arte all’urbanistica, all’educazione, all’architettura, alla mobilità, con l’obiettivo di costruire comunità sempre più solidali, socialmente inclusive e culturalmente vive, e soprattutto con uno sguardo particolare rivolto ai giovani”.

 

Anne Hidalgo & Ignazio Marino

Scarica la Dichiarazione Congiuta firmata il 1° Ottobre 2014

ROMA-PARIGI 2014

“Tandem–Paris/Rome Roma/Parigi” questo il titolo dell’iniziativa congiunta che per tutto il 2014 ha proposto eventi culturali, musicali, artistici nelle due grandi città con un cartellone di appuntamenti che hanno coinvolto le strade e i luoghi della cultura delle due Capitali.

Il cartellone degli eventi è stato presentato a Parigi, il 24 febbraio del 2014 alla presenza dell’Assessore alla Cultura di Roma Capitale Flavia Barca, del Sindaco di Parigi Bertrand Delanoë, dell’Assessore alla Cultura parigino Bruno Julliard e dell’Assessore alle Relazioni Internazionali ed Affari Europei Pierre Schapira. Per l’occasione presso il Palais du Cinéma di Parigi è stata proiettata la prima di “Che strano chiamarsi Federico: Scola racconta Fellini”, alla presenza del regista Ettore Scola.

Riportiamo di nuovo Roma a Parigi e viceversa – ha dichiarato in un comunicato l’assessore alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Flavia Barcariavviando così un gemellaggio esclusivo che lega due Capitali così ricche di cultura e storia. E’ il primo dei progetti internazionali che abbiamo intenzione di avviare per riportare Roma al centro delle politiche culturali europee e per stimolare quella contaminazione e produzione creativa che solo nello scambio può esprimersi al meglio. Sono inoltre in via di attivazione altre collaborazioni culturali per esempio con Berlino e Mosca. La cultura è la vera rete che lega le città di tutto il mondo. In prossimità anche del semestre di Presidenza italiano dell’Ue, lavorerò perché la cultura rappresenti il nostro Paese e soprattutto Roma”.

Mostre, teatro, arte, letteratura, musica, performance, convegni e incontri tra il pubblico e grandi rappresentanti dell’arte delle due Capitali, hanno costituito i molteplici fulcri dell’iniziativa che ha visto un susseguirsi di eventi nell’arco dell’intero anno 2014. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione dell’Azienda Palaexpo, dell’Istituzione Biblioteche, della Fondazione Musica per Roma, del Dipartimento Cultura di Roma Capitale- Casa delle Letterature, della Sovrintendenza Capitolina, del Mibact, l’Istituto italiano di Cultura a Parigi, la Società Dante Alighieri di Parigi, la Maison d’Italie, il Théâtre de la Cité Universitaire, il Liceo italiano di Parigi.

Non tutti sanno che il Gemellaggio prevede la gratuità dell’ingresso ai musei delle rispettive città ai cittadini delle stesse.
Semplicemente presentando un documento che indica la residenza a Roma i cittadini romani possono accedere ai seguenti musei parigini:

  • Catacombes de Paris
  • Crypte archéologique de l’ile de la Cité
  • Maison de Balzac
  • Maison de Victor Hugo – Hauteville House
  • Musée Bourdelle
  • Musée Carnavalet, Histoire de Paris
  • Musée Cernuschi, musée des Arts de l’Asie de la Ville de Paris
  • Musée Cognacq-Jay, le goût du XVIIIe
  • Musée de la Vie romantique
  • Musée du général Leclerc de la Libération de Paris – Musée Jean Moulin
  • Musée d’Art moderne de la Ville de Paris
  • Musée Zadkine
  • Palais Galliera, musée de la Mode de la Ville de Paris
  • Petit Palais, musée des Beaux-arts de la Ville de Paris

I cittadini di Parigi possono invece accedere a titolo gratuito con le stesse identiche modalità ai seguenti musei romani:

  • Musei Capitolini
  • Museo della repubblica romana e della memoria garibaldina
  • Centrale Montemartini
  • Mercati di Traiano e Museo dei Fori Imperiali
  • Museo dell’Ara Pacis
  • Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
  • Museo della Civiltà Romana
  • Museo delle Mura
  • Villa di Massenzio
  • Museo di Roma
  • Museo Napoleonico
  • Casa Museo Alberto Moravia
  • Galleria d’Arte Moderna
  • MACRO
  • Museo Carlo Bilotti
  • Museo Pietro Canonica
  • Museo di Rome in Trastevere
  • Musei di Villa Torlonia
  • Museo Civico di Zoologia