À propos de nous

Storia e Mission di Roma-Parigi Paris-Rome

Un gruppo di amici uniti da Madame Zana-Victor intorno alla volontà di dare seguito con concretezza ed efficacia al Gemellaggio tra le due città, favorendo le relazioni e le attività, incrementando gli scambi, sviluppando e alimentando i rapporti tra i protagonisti della nostra contemporaneità tra Roma e Parigi, l’Italia e la Francia

 

Era il 30 gennaio 1956 quando l’allora Sindaco Salvatore Rebecchinie il Presidente del Consiglio comunale di Parigi Jacques Féron, suggellarono il gemellaggio con il motto «Solo Parigi è degna di Roma e solo Roma è degna di Parigi».  Un solenne giuramento di fratellanza che rappresenta un patto esclusivo, l’unico gemellaggio in essere per entrambe le città. Un patto rinnovato negli anni: il 1° aprile del 1994 da Jacques Chirac e Francesco Rutelli, il 7 dicembre 2006 da Bertrand Delanoë e Walter Veltroni, il 1° ottobre 2014 da Anne Hidalgo e Ignazio Marino.

Per dare seguito con concretezza ed efficacia al Gemellaggio tra le due città, all’alba del terzo millennio Madame Jacqueline Zana-Victor, responsabile della Commission Nationale Femmes  durante la presidenza Mitterand, già assessore municipale alla cultura e attuale Segretario generale e responsabile della Commissione Cultura del CESC Conseil Economique Social et Culturel, lancia la Semaine Italienne à Paris, l’iniziativa che dal 2000 si svolge ogni anno nel mese di giugno per favorire le relazioni e le attività artistiche e culturali tra l’Italia e la Francia.

Ad incrementare gli scambi ed alimentare i rapporti tra Roma e Parigi si aggiunge dal 2010 la Settimana francese a Romache nel marzo del 2018 celebrerà la sua IX edizione patrocinata dal 13° Arrondissement de Paris e da Roma Capitale – Municipio Roma I Centro.

 «Una grande gioia vedere che la declinazione del Gemellaggio tra il 13° Arrondissement e il Primo Municipio porta i suoi frutti donando all’esclusivo rapporto tra Roma e Parigi una nuova dimensione che arricchisce i parigini come i romani». Con queste parole ha voluto esprimere il suo sostegno anche l’Assessore alla Cultura della Città di Parigi, Bruno Juillard che ha voluto sottolineare come; «Alla stessa maniera in cui la Settimana italiana a Parigi riunisce gli amanti dell’Italia in questo importante appuntamento dell’agenda culturale del 13° Arrondissement, la Settimana francese a Roma raccoglie gli amanti della Francia attorno ad una programmazione di grande qualità mettendo in primo piano la condizione delle donne nelle nostre società e la cultura francese in tutta la sua diversità». La Semaine italienne à Paris e la Settimana francese a Roma rinnovano di anno in anno il legame, non solo simbolico, tra le due città, in particolare grazie al supporto e l’impegno del 13° Arrondissement de Paris governato da Jérôme Coumet e del Municipio Roma I Centro presieduto da Sabrina Alfonsi.

Su impulso di questa paladina della parità dei diritti e straordinaria animatrice culturale viene costituita l’Associazione Roma-Parigi Paris-Rome che in continuità con gli scopi e le finalità dei promotori raccolti intorno al progetto “Les Jours de France à Rome” porta avanti, anno dopo anno, le varie iniziative, ponendosi quale presenza aggregante, una struttura al servizio di tutti coloro che sono interessati alla promozione, conservazione, arricchimento, allo studio e alla divulgazione e valorizzazione del patrimonio storico, sociale, culturale e artistico delle città di Roma e Parigi.

 

 

Gli Omaggi e gli Ospiti d’Onore di Roma-Parigi Paris-Rome

Da Pier Paolo Pasolini a Marcello Mastroianni, la Semaine Italienne ha proposto omaggi, centinaia di incontri letterari e decine e decine di spettacoli teatrali, dalla Commedia dell’Arte a Goldoni senza mai trascurare avanguardia e innovazione. Da Ettore Scola a Claudia Cardinale, tra i tanti Ospiti d’Onore negli anni si sono esibiti in concerto a Parigi Amedeo Minghi Giuliano Sangiorgi dei “Negramaro“, oltre ai tanti concerti di musica popolare e tradizionale. Ampio spazio anche alla musica jazz, dagli italiani che vivono nella Ville Lumiere, come il batterista e cantante Aldo Romano o il contrabbassista Riccardo del Frà che dirige il Dipartimento Jazz del Conservatoire National Supérieur de Musique, alle tantissime formazioni che sono arrivate appositamente dall’Italia, come il  “Trio di Roma” che ha visto salire sul palco Danilo Rea al pianoforte, Enzo Pietropaoli al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria

Particolarmente attesa dai parigini la rassegna di cinema all’Escurial, dove tra retrospettive sui classici e gli incontri e dibattiti con i registi delle uscite della stagione, la Semaine Italienne ha proiettato molti film in anteprima assoluta per la Francia, da “Cesare deve morire” dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani a “Manuale d’Amore” di Giovanni Veronesi.

«Alla settimana di cultura tra i nostri due Paesi sarò presente con immenso piacere per inaugurare le tante manifestazioni di “Roma-Parigi  Paris-Rome”. Un rendez-vous che permette di rinforzare i nostri legami, una iniziativa utile e importante alla quale non mancherei mai». Non solo il Maire du 13° Arrondissement de Paris Jérôme Coumet, ad atterrare a Roma per partecipare quali Ospiti d’Onore alla Settimana francese sono stati negli anni brillanti intellettuali come Jean-Noël Jeanneney, storico della politica, della cultura e dei media e uomo politico, già direttore di Radio France ed ex presidente della Bibliothèque Nationale de France, protagonisti delle espressioni dell’arte contemporanea, da Yves Hayat che ha proposto «L’ultimo giorno prima dell’eternità» la splendida mostra con installazioni site-specific per la Chiesa di San Silvestro al Quirinale fino ad una delle più famose illustratrici al mondo come Sophie Griotto che ha realizzato ed esposto alla Fox Gallery delle opere ispirate alle due città.

Da Georges Bizet ad Antoine de Saint-Exupéry, da Jean Cocteau Edith Piaf, Georges Brassens, e Yves Montand, magistralmente interpretato da Gennaro Cannavacciuolo tra i massimi esponenti del teatro-canzone contemporaneo, tra gli omaggi della Settimana francese anche quello ad un grande drammaturgo e regista cinematografico di straordinario successo planetario come Marcel Pagnol, con il nipote Nicolas giunto appositamente a Roma per una conferenza sulla vita e le opere del famosissimo nonno, in occasione della speciale proiezione di «Marius», la appena restaurata pellicola del 1931 che è stata proiettata in lingua originale con sottotitoli in italiano all’Istitut Français – Centre Saint-Louis.

Ospite d’Onore della edizione 2018 sarà invece l’attore, registra teatrale e pittore David Gery, brillante intellettuale francese che tutti i giorni fino al 18 marzo accoglierà il pubblico ed illustrerà le sue opere esposte in via della Trezza. La IX edizione esplorerà il passato, rendendo omaggio a Balzac, grandioso romanziere e gastronomo ante litteram, ad Apollinaire nato proprio nella Città eterna il 26 agosto del 1880, parlando del rapporto tra Rodin e l’Italia, degli intensi rapporti che legarono la famiglia Bonaparte a Roma, delle  anche controverse relazioni politiche, diplomatiche e militari, tra Garibaldi, la Francia e la Repubblica Romana.

La Settimana italo-francese indagherà il presente, facendo incontrare la cittadinanza della nostra meravigliosa città con attori e registi, musicisti e cantanti, pittori, illustratori e performer, scrittori, accademici e giornalisti, tutti insieme per disegnare il futuro, convinti dell’importanza di contaminarlo con le espressioni di queste straordinarie culture, da sempre al centro della Civiltà occidentale.

 

I luoghi e i partner della Settimana francese a Roma

Cinema, teatro, musica, poesia e letteratura, mostre di arte, illustrazioni e fotografia, happening e moda, visite guidate e degustazioni, le iniziative Roma-Parigi offrono a cittadinanza e turisti un ricco cartellone di eventi, tutti rigorosamente ad ingresso gratuito. Otre al magnifico Palazzo Farnese, alla splendida Villa Medici  e all’Auditorium di San Luigi dei Francesi in largo Toniolo, negli anni le tante occasioni di incontro con i protagonisti della cultura contemporanea tra Roma e Parigi, l’Italia la Francia sono state ospitate nelle più suggestive location capitoline.

Dallo Stadio di Domiziano nei sotterranei di Piazza Navona alla Chiesa di San Silvestro al Quirinale, dal Conservatorio di Santa Cecilia nella sede in via dei Greci della più antica istituzione musicale al mondo, fino alla Accademia Nazionale di Danza all’Aventino, dalla Casa del Jazz alla Porta Ardeatina alla Casa dell’Architettura all’Acquario Romano, dal Macro al Teatro di Villa Torlonia.

Roma-Parigi è una rete fondata sulla partnership che negli anni, oltre a ricevere l’Haut Patronat de l’Ambassade de France en Italie, ha realizzato iniziative congiunte con l’Accademia di Francia Villa Medici,  stretto e consolidato l’ormai usuale apporto alla Settimana francese da parte dell’Institut Français – Centre Saint-Louis e del Lycée Chateaubriand, che arricchiscono con iniziative di qualità ogni nuova edizione, come sempre vitale e prezioso è il contributo della Civica Scuola delle Arti e di Fabbrica Harmonica.

Teatro Italia, Teatro Centrale, Teatro della Cometa, Roma-Parigi coinvolge anche molteplici strutture private e molti degli eventi vengono ideati, progettati e realizzati direttamente con gli operatori del settore, coinvolgendo le realtà più attive, dinamiche e innovative del territorio. Come la Fox Gallery in piazza del Gesù diretta da Saskia Morelli, lo Spazio5 in via Crescenzio diretto da Maurizio Riccardi, la Fòndaco Gallery in via della Trezza diretta da Emanuela Mafrolla. Con il diretto coinvolgimento di Francesca Micacchi sono stati organizzati gli eventi della IX edizione al Polmone Pulsante alla Salita del Grillo, con Pierfrancesco Maritti quello alla Lupigiada in via Tor de’ Conti, entrambi spazi culturali che animano i vicoli del Marchese del Grillo, la cui storia profondamente intrecciata con la Francia è stata resa celebre dall’indimenticabile Alberto Sordi.

Artisti, musicisti, scrittori, registi, attori, rappresentanti delle istituzioni, rientrano a Parigi arricchiti dall’indimenticabile ricordo di una esperienza tutta all’insegna dell’eccellenza. Per offrire ai suoi ospiti un soggiorno esclusivo l’Hotel La Griffe è tra i partner privilegiati di Roma-Parigi. Quest’anno a rendere omaggio a Balzac sarà il celebre Chef Andy Luotto che nella meravigliosa terrazza panoramica di questo luxury hotel in via Nazionale porterà a tavola ben 7 ricette del grandioso romanziere.

Alla scoperta delle specialità della cucina tradizionale romana gli ospiti francesi vengono accolti dai nostri storici partner, Antongiulio Cicchetti nello storico ristorante Corsetti a Trastevere dal 1921 e da Paolo Allegretti nel ristorante Antica Taverna in via di Monte Giordano, mentre quest’anno figurano per la prima volta tra i nostri nuovi partner la Residenza Maritti affacciata sui Fori imperiali e e l’Hotel Bramante a Borgo Pio.

L’Associazione Roma-Parigi Paris-Rome

Con il prezioso contributo del Segretario Andrea Ungheri, del Tesoriere Carlo Arena, della Responsabile delle Relazioni con le associazioni territoriali Odile Champagne, l’Associazione Roma-Parigi supporta l’ideatrice e infaticabile direttrice artistica Madame Zana-Victor, che unitamente ai suoi tanti amici promuove e organizza manifestazioni e incontri per favorire la diffusione dell’arte e della cultura, del talento e della creatività nel campo della produzione artistica, letteraria, musicale, teatrale e cinematografica tra .e Italia e Francia. L’Associazione Roma-Parigi, presieduta dal 2016 dall’esperto di giornalismo ed editoria multimediale Massimo Gazzè, è anche impegnata nello sviluppo di attività di ricerca, studio, documentazione e divulgazione sia sulla storia che sulla contemporaneità. A dare visibilità ai luoghi e ai prodotti di eccellenza è invece il Responsabile per il Turismo e la Cultura enogastronomica Italia-FranciaGiuseppe Sarnella, il Presidente di Confimprese Turismo Italia che nell’ambito della Semaine Italienne à Paris ha organizzato lo  spettacolare show-cooking che nel giugno dello scorso anno ha incantato i tanti parigini accorsi a Place d’Italie, per una serata indimenticabile che ha visto affollatissima la Salle des fêtes della Mairie.

 

Revue de presse

 

 

 

 

DALLO STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE ROMA-PARIGI PARIS-ROME

  • L’Associazione Roma-Parigi Paris-Rome è una associazione culturale senza scopo di lucro, non ha finalità politiche ed intende operare in conformità degli articoli 20, 26 e 27 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo adottata dall’Assemblea Generale dalle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948 ed in conformità dell’articolo 2 della Convenzione per la Salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà fondamentali sottoscritta a Roma il 4 novembre 1950 dalla Repubblica Italiana e dalla Repubblica Francese unitamente ai Paesi facenti parte del Consiglio d’Europa.
  • L’associazione ha lo scopo di favorire ed incrementare le relazioni, gli scambi e le attività culturali e artistiche tra l’Italia e la Francia ed in particolare tra le città di Roma e Parigi, ed opera per creare nuove ed originali occasioni per alimentare i rapporti privilegiati, sanciti dalla storia, fra i due paesi, promuovendo e sviluppando direttamente ed in collaborazione con enti pubblici e privati aventi scopi analoghi, ogni iniziativa intesa ad approfondire, diffondere, promuovere e valorizzare la conoscenza delle rispettive culture e tradizioni in campo culturale, artistico, turistico ed enogastronomico, sociale, economico e scientifico.

Le finalità che l’Associazione si propone sono quindi quelle di valorizzare e promuovere:

  • Sinergie e collaborazioni tra i diversi soggetti operanti culturalmente e artisticamente tra Roma e Parigi, tra Italia e Francia;
  • Collaborazioni con gli enti e le istituzioni locali, italiane e francesi, al fine di elaborare ed allestire una serie di proposte ed iniziative utili a sviluppare ed alimentare i rapporti tra artisti e protagonisti culturali italiani e francesi ed eventualmente anche stranieri che abbiamo comunque residenza anche temporanea a Roma e/o Parigi;
  • Attività di ricerca, di studio, di documentazione e di divulgazione sia sulla storia che sulla contemporaneità di luoghi, personaggi e prodotti di eccellenza degli specifici territori di Roma e Parigi;
  • Iniziative per la promozione della cultura e delle arti contemporanea, del turismo e della enogastronomia, della valorizzazione del talento emergente, in particolare delle espressioni artistiche, musicali cinematografiche, letterarie e degli spettacoli dal vivo;
  • Sostenere iniziative, anche in collaborazione con enti, istituzioni e organizzazioni italiane e francesi, al fine di favorire la diffusione dell’arte e della cultura, della enogastronomia e della valorizzare di prodotti tipici e di eccellenza, del talento e la creatività nel campo della produzione artistica, letteraria, musicale, teatrale e cinematografica anche attraverso l’organizzazione di festival, rassegne e mostre, di concerti, premi e concorsi, fiere, congressi, incontri con autori, attori, registi,.poeti, pittori, scultori, fotografi e performer di ogni natura e genere;
  • Alimentare occasioni di incontri conviviali orientati all’analisi ed elaborazione di progetti finalizzati al miglioramento dell’aspetto sociale, culturale e urbanistico delle città di Roma e Parigi;
  • Promuovere e favorire la realizzazione, in proprio e/o insieme ad altre organizzazioni pubbliche e private, anche a livello europeo ed internazionale, di iniziative comuni volte al raggiungimento degli scopi dell’Associazione favorendo l’incontro e la discussione tra gli operatori culturali e le istituzioni;
  • Costituire un punto di riferimento e di aggregazione aperto anche agli altri operatori per favorire la ricerca, l’analisi, lo studio e la produzione di progetti culturali, artistici e turistici da proporre in ambito urbano alle autorità municipali e comunali.
  • Proporsi nell’ambito del territorio del Municipio Roma I Centro e della Città di Roma, nel territorio del 13° Arrondissement e della Ville de Paris, quale presenza aggregante qualificata a rappresentare una struttura di servizio per tutti coloro che sono interessati alla promozione, conservazione, arricchimento, allo studio e alla divulgazione e valorizzazione del patrimonio storico, sociale, culturale e artistico delle città di Roma e Parigi.